Storia

Una delle Contrade storiche della città, la sua storia è strettamente legata alle vicende di Fermo, antica colonia romana.
Alcuni scrittori latini confermano la devozione della città a Roma ed il valore dei Fermani sui campi di battaglia al fianco dei suoi eserciti. La denominazione della stessa Contrada, che fu la più popolata e la più turbolenta della città, ricorda la presenza a Fermo delle legioni di Ottaviano, il quale provvide alla costruzione del primo nucleo della città Augustea, detto appunto Campus Legionis, oggi Campoleggio.
Un’altra ipotesi per cui Contrada Campolege trasse il nome è la presenza nel quartiere di Giovanni Visconti D’Oleggio che governò Fermo dal 1360 al 1366, il quale contribuì ad incrementare ed abbellire il quartiere, procurando allo stesso benessere e prosperità.
Molti storici avvalorano la prima delle due ipotesi, tuttavia la tradizione le ha accettate entrambe, assegnando allo stemma della Contrada un gladio a ricordare gli accampamenti delle legioni romane e la biscia viscontea, a ricordo della saggia amministrazione di detto Giovanni Visconti D’Oleggio. Questo uno spaccato di storia di Contrada Campolege.
Oggi, dopo tante edizioni della rievocazione storica in epoca moderna, va detto che Contrada Campolege si distingue per la preparazione della cena di Contrada in costume medioevale, durante la quale non mancano momenti rievocativi e spettacoli che ogni anno attirano sempre più contradaioli e turisti.